La cipolla, con il suo caratteristico sapore dolce-piccante è un alimento fondamentale della nostra cucina.

Quali proprietà ha LA CIPOLLA?

31 mg calcio per 100 g di produtto netto.

Contiene le vitamine B e C, ferro, zolfo, fosforo, calcio, potassio, sodio, ed esercita molti benefici effetti sul nostro organismo: ha un effetto diuretico molto potente stimolando l’attività dei reni e favorendo l’eliminazione delle scorie, è depurativa e antireumatica, mantiene l’elasticità delle arterie, protegge il fegato, previene i disturbi della prostata; cotta è un ottimo regolatore intestinale. Ha un’azione stimolante sull’organismo ed è indicata per i diabetici poiché abbassa il livello di glucosio nel sangue.

Come e quando consumarla?

Come tutte le verdure, la cipolla andrebbe consumata cruda perché nella cottura si perdono molti dei suoi elementi. In ogni caso conviene sempre cuocerla a fuoco molto lento. Contrariamente a quanto si pensa, la cipolla cruda è più digeribile di quella cotta.

LA CIPOLLA Per la bellezza

Per combattere i brufoli: grattuggiare la polpa di cipolla e applicarla sulla zona interessata, tenendola sulla pelle almeno un paio d’ore. Contro le punture di insetti: si tagli una fetta di cipolla e si strofini non troppo energicamente la parte irritata; il sollievo sarà immediato.

LA CIPOLLA In cucina

Zuppa di cipolle

Fare soffriggere con un poco d’olio d’oliva 1 chilo di cipolle bianche o rosse. Aggiungere due cucchiai di farina e tre quarti di litro d’acqua con un cucchiaio di brodo vegetale. Profumare con due foglie di alloro. Lasciare cuocere piano a fuoco basso. Nella ricetta tradizionale la zuppa si serve in pirofile individuali, ricoperta con fette di pane e abbondante gniviera grattug-giato, gratinata in forno per 10 minuti. Una versione più semplice consiste nel disporre direttamente nei piatti di portata le fette di pane e il gniviera grattugiato e versarvi poi sopra la zuppa fumante.