Il nickel è un metallo contenuto in numerosi oggetti che vengono usati nella vita quotidiana e professionale, ed è una delle cause più frequenti di dermatite da contatto.
Il nickel è contenuto nella bigiotteria, nelle cerniere, nei fermagli, nelle montature degli occhiali e degli orologi, nonché nelle posate, stoviglie, utensili da cucina, chiavi e monete.

Il nickel si trova anche in alcuni prodotti cosmetici come smalti, tinture per capelli, mascara e ombretti di colore grigio e marrone, e in alcuni prodotti medico-chirurgici quali aghi, protesi dentarie, pace-maker. Anche alcuni alimenti, particolarmente quelli di origine vegetale, contengono nickel.

ALIMENTI PERMESSI

Pollame e qualsiasi tipo di carne, pesce (eccetto le aringhe), uova, latte e derivati (burro, formaggi), patate, pasta di semola, frutta e verdura, ad eccezione di quelle menzionate sotto, caffè.

ALIMENTI PROIBITI

Cibi in scatola (aringhe, fagioli, piselli), cipolle, spinaci, pomodori, farina integrale e di mais (polenta), granoturco, pere sia fresche che cotte, the, cacao, cioccolato, rabarbaro, margarina, lievito artificiale, ostriche, asparagi, funghi, soia, asparagi, lattuga, carote, cavoli, vino, birra, nocciole, arachidi e uva.

Si consiglia, inoltre di cucinare utilizzando pentole smaltate, in teflon e/o alluminio. Anche l’uso di pentole in acciaio è solitamente sicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *