Dieta con Mela

mela 1556225374 - Dieta con Mela

Originaria dell’Armenia, la mela ricorre in molte leggende e miti dell’antichità: cibo degli dei per i germanici, causa della guerra di Troia per i Greci, e frutto proibito nel Paradiso Terrestre.

Le preziose virtù terapeutiche della mela sono a tutti note: “Una mela al giorno toglie il medico di torno” recita un vecchio proverbio, e in effetti iniziare una giornata mangiando una mela è una scelta decisamente felice.

Nella medicina popolare la mela è utilizzata con finalità che coprono praticamente l’intero arco delle patologie: la sua azione è potente, ma allo stesso tempo dolce.

Green Coffee Green Tea Plus - Dieta con Mela

Che cosa contiene?

Questo frutto, che è a nostra disposizione tutto l’anno, ha un alto valore nutritivo, ricco com’è di vitamine, di sali minerali (potassio, sodio, bromo, magnesio) e di una sostanza, la pectina, molto utile per l’intestino e per abbassare il livello di colesterolo nel sangue.

Che proprietà ha?

La mela fortifica e calma il sistema nervoso, regola il metabolismo, combatte l’acidità gastrica, regola l’attività intestinale, elimina gli acidi urici, riduce l’ipertensione ed è utile nel trattamento del diabete.

Come e quando consumarla?

Può essere assunta come unico alimento anche per quattro o cinque giorni, per ottenere una profonda azione depurativa sull’organismo. È preferibile mangiarla cruda, con la buccia, per sfruttarne appieno le molte proprietà; non tutti gli stomaci possono però tollerare una somministrazione intensiva: una versione più blanda della “cura” a base di mele consiste nell’inserire tre frutti al giorno nella dieta, per un mese. Poiché nutre senza affaticare lo stomaco, è consigliata per gli spuntini tra i pasti, ma può essere utilizzata anche a fine pasto: pulisce i denti e non provoca fermentazioni nello stomaco.

Risotto alla mela

Lessare 300 grammi di riso nel brodo bollente, per 10/15 minuti. Poco prima che il riso sia cotto aggiungere 300 grammi di mele asprigne, tagliate a fettine sottili, e terminare la cottura (altri cinque minuti circa). Togliere il tegame dal fuoco e aggiungere due cucchiai di panna da cucina e due cucchiai di parmigiano grattugiato. Servire il tutto ben caldo.