Dieta South Beach

dieta 1556224453 - Dieta South Beach

La dieta south beach è un piano dietetico messo a punto dal medico cardiologo Arthur Agatston e si basa sulla restrizione dei carboidrati, sull’indice glicemico degli alimenti e sulla scelta di grassi ritenuti salutari per l’organismo. Tali linee guida sono considerate essenziali per raggiungere e mantenere il peso forma, diminuendo allo stesso tempo il rischio di malattie cardiovascolari ed insulinoresistenza.

La dieta south beach, come la dieta Atkins, prevede una prima fase di induzione, che dura un paio di settimane, in cui il consumo di carboidrati viene ridotto al minimo; sono concesse solo le verdure a bassissimo indice glicemico.

Piperina Curcuma Call - Dieta South Beach

In questa prima fase sono da eliminare: pane, pasta, riso, patate, frutta, alcolici, torte, gelati e zucchero. I primi alimenti della lista vengono reintrodotti gradualmente nella seconda e nella terza fase.

Tutti i pasti, compresi gli spuntini e il dessert serale, devono essere consumati obbligatoriamente, anche se non si avverte il desiderio di mangiare. È inoltre importante assumere ogni giorno un adeguato quantitativo di acqua.

La seconda fase è simile alla prima ma prevede la graduale reintroduzione di cibi ricchi di fibre e carboidrati complessi come pasta, riso e cereali integrali. Il consumo di tali alimenti deve comunque mantenersi a un livello moderato, ben più basso di quello previsto dalla dieta mediterranea.

Anche il latte scremato, buona parte della frutta, legumi e vino rosso possono essere inseriti nella dieta, mentre banane, carote, cibi ricchi di carboidrati raffinati, patate, ananas e miele andranno invece consumati con moderazione.

La terza fase si caratterizza per un approccio dietetico ancor più liberale che dev’essere mantenuto per tutta la vita; ogni giorno infatti si possono consumare liberamente tre porzioni di cereali e tre di frutta.